crystal alerts

Chi può fare trading on line?

Di trading on line si sente parlare moltissimo, fin troppo in effetti. Fino a 10 anni fa il trading era un’attività quasi carbonara, in pochi sapevano che cosa fosse effettivamente. Oggi invece sembra che il trading sia una specie di sport nazionale, tra spot in tv e squadre di calcio che vengono sponsorizzate direttamente da piattaforme di trading online. In Italia la Juventus ha come sponsor secondario la piattaforma di trading per opzioni binarie 24option, in Spagna addirittura l’Atletico Madrid ha come sponsor principale la piattaforma di trading CFD Plus500.

trading on line

La cosa più importante è che moltissime persone ormai parlano di trading on line come se fosse qualcosa di facile e a portata di tutti. Ma è davvero così?

Chiariamoci. Il trading on line, al giorno d’oggi, è veramente molto più facile rispetto a 10 anni fa. I concetti necessari per operare sui mercati sono semplici, alla portata di tutti. Basta consultare una guida al trading per rendersi conto che in effetti fare trading online non è difficile. Per chi fosse interessato, consigliamo TradingOnline.me che è davvero la risorsa più completa, oggettiva e facile da consultare almeno per quanto riguarda la lingua italiana.

Suggeriamo caldamente di consultare la guida perché, ancora oggi, molti non sanno nemmeno bene che cosa sia il trading online e, malgrado questo, operano sui mercati finanziari. Purtroppo queste persone cercano di operare a caso, quando va bene, o con i suggerimenti di santoni e guru vari, quando va male.

Trading significato

Partiamo dal significato della parola trading: in lingua inglese significa semplicemente commercio. Per trading, o ancora più propriamente trading on line, di solito si intende il processo di negoziazione di asset finanziari sui mercati. La parola on line indica semplicemente che il processo avviene mediante una piattaforma che opera su internet, accessibile da computer o da qualunque altro dispositivo connesso in rete (cellulare, tablet).
In effetti non sempre trading significa “comprare e vendere”. Nella maggior parte dei casi concreti, invece, il trading online viene eseguito mediante contratti derivati che vengono sottoscritti dal trader. Tra i principali derivati per il trading on line ricordiamo le opzioni binarie e i contratti per differenza. In molti casi utilizzare altri tipi di contratto non è consigliabile perché non sono convenienti o perché non garantiscono la possibilità di ottenere profitti in tutte le condizioni di mercato.

index

Facciamo un esempio concreto per capire questa distinzione. Per prima cosa, chi vuole guadagnare con il trading deve stare molto attento a non pagare commissioni sull’eseguito. Le commissioni sull’eseguito sono una vera e propria rovina e per alcuni trader sono una truffa legalizzata. Non vogliamo arrivare a tanto, è una definizione un po’ estrema, ma sicuramente si tratta di una pratica poco intelligente. Ora opzioni binarie e CFD sono strumenti rigorosamente senza commissioni. Se invece si compra direttamente l’asset finanziario, allora c’è da pagare una salata commissione sull’eseguito. In altre parole: se sottoscrivo un’opzione binaria avente come sottostante un’azione, non pago commissioni. Se compro l’azione, pago le commissioni. Ma non è finita qui. Con l’opzione binaria guadagno sempre, sia quando il valore dell’azione sale sia quando scende. L’importante è fare una previsione giusta. Comprando direttamente l’azione guadagno esclusivamente se l’azione sale, se scende devo incassare perdite pesantissime e non posso fare nulla per evitarlo.

Per questo motivo, gli esperti di trading preferiscono sempre operare con strumenti derivati (come le opzioni binarie e i CFD) mentre l’acquisto diretto dell’asset viene utilizzato solo in casi rarissimi, ad esempio quando si ha un capitale elevato e si compra per mantenere l’azione. In questo caso si preferisce utilizzare il termine investimento invece che trading.
Trading forex
Uno dei mercati principali su cui fare trading è il forex. Che cosa è il forex? E’ il mercato delle valute, delle coppie di valute per l’esattezza. E’ un punto cruciale per capire come funziona il trading forex. Sul forex non si negozia mai una singola valuta, non è possibile semplicemente comprare dollari e basta. Bisogna comprare dollari e vendere contemporaneamente un’altra valuta. Questo ovviamente a livello basico ma la realtà è ancora diversa: di solito si opera con strumenti derivati che hanno come sottostante la coppia di valute e si scommette sul fatto che l’uno o l’altro elemento della coppia si apprezzi (e l’altro perda di valore ovviamente).

Il forex è particolarmente amato dai trader, sie esperti che principianti per motivi diversi. Gli esperti apprezzano il fatto che sia il mercato più grande e più liquido su cui fare trading e questo garantisce elevati profitti. I principianti apprezzano invece il fatto che sul forex sono disponibili in modo completamente gratuito report, analisi e segnali che garantiscono anche a loro la possibilità di guadagnare.

Insomma, il forex è una sorta di paradiso del trader ma attenzione: non ci sono guadagni garantiti, non è possibile dire che con il forex si guadagna sempre e comunque. Si tratta di un mercato finanziario in cui si guadagna, è vero, ma solo quando si opera con intelligenza, determinazione, preparazione e piattaforme di trading adeguate. Ci sono persone che pensano che il trading forex sia un modo per fare soldi facili: sbagliato. Come è anche sbagliato che il trading forex sia una sorta di truffa legalizzata dove si perde sempre. La cosa interessante è che di solito chi pensa all’inizio che il trading forex sia un modo per guadagnare soldi facili finisce per pensare che sia una truffa. Non è né l’una né l’altra cosa, ovviamente.

Trading binario

opzioni-binarieSoprattutto tra i principianti si va diffondendo sempre di più il trading on line di opzioni binarie, detto trading binario. Questo tipo di trading, a cui abbiamo accennato, è particolarmente semplice visto che il trader deve indicare semplicemente la direzione del mercato. I profitti che il trader ottiene non sono proporzionali all’ampiezza del movimento del mercato ma fissi. Questo semplifica notevolmente il trading, eliminando di fatto la maggior parte delle complicazioni di tipo tecnico. Anche l’analisi del rischio è estremamente semplificata: le opzioni binarie sono l’unico strumento in cui il trader sa davvero sempre qual è la massima perdita che può subire su una singola operazione.

La scelta sul fatto di fare trading di opzioni binarie o di CFD dipende esclusivamente dal trader, dalle sue ambizioni, dal suo livello di preparazione e dalle sue preferenze personali. Scegliere invece altri tipi di trading on line non è conveniente e può comportare delle perdite anche elevate.

Guida al trading online

Chi vuole fare trading online, dovrebbe come prima cosa cercare una buona guida, completa e affidabile. E’ vero che fare trading online al giorno d’oggi è veramente facile e alla portata di tutti, ma partire con qualche informazione in più è sempre una buona idea. Per operare al meglio bisogna sempre disporre di un buon broker (importantissimo non pagare commissioni) e quindi una buona guida al trading di solito contiene anche le recensioni accurate e professionali dei migliori broker per fare trading online.

Tutto quello che un trader deve sapere a riguardo del trading, dalle strategie ai trucchi fino ai migliori fornitori di segnali, è contenuto nelle guide che è facilmente possibile trovare su internet.